Home 2016 Febbraio 25 Quaresima… di Parola: Giovedì 25 febbraio

Quaresima… di Parola: Giovedì 25 febbraio

Quaresima… di Parola: Giovedì 25 febbraio

Siamo #GiovanidiParola! Di cosa si tratta? Scopri di più!

Vangelo di oggi

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 16,19-31)

In quel tempo, Gesù disse ai farisei:
«C’era un uomo ricco, che indossava vestiti di porpora e di lino finissimo, e ogni giorno si dava a lauti banchetti. Un povero, di nome Lazzaro, stava alla sua porta, coperto di piaghe, bramoso di sfamarsi con quello che cadeva dalla tavola del ricco; ma erano i cani che venivano a leccare le sue piaghe.
Un giorno il povero morì e fu portato dagli angeli accanto ad Abramo. Morì anche il ricco e fu sepolto. Stando negli inferi fra i tormenti, alzò gli occhi e vide di lontano Abramo, e Lazzaro accanto a lui. Allora gridando disse: “Padre Abramo, abbi pietà di me e manda Lazzaro a intingere nell’acqua la punta del dito e a bagnarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma”.
Ma Abramo rispose: “Figlio, ricòrdati che, nella vita, tu hai ricevuto i tuoi beni, e Lazzaro i suoi mali; ma ora in questo modo lui è consolato, tu invece sei in mezzo ai tormenti. Per di più, tra noi e voi è stato fissato un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi, non possono, né di lì possono giungere fino a noi”.
E quello replicò: “Allora, padre, ti prego di mandare Lazzaro a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli. Li ammonisca severamente, perché non vengano anch’essi in questo luogo di tormento”. Ma Abramo rispose: “Hanno Mosè e i Profeti; ascoltino loro”. E lui replicò: “No, padre Abramo, ma se dai morti qualcuno andrà da loro, si convertiranno”. Abramo rispose: “Se non ascoltano Mosè e i Profeti, non saranno persuasi neanche se uno risorgesse dai morti”».

Uno spunto per riflettere

Esiste l’inferno? ? Gesù non lascia dubbi. L’inferno c’è, eccome! ?Allora Dio non è misericordioso come dicono? Al contrario! L’inferno esiste proprio perché Dio prende sul serio la nostra storia d’amore con Lui. ? Non può costringerci ad amarlo, non può prenderci per i capelli se non vogliamo stare con Lui in paradiso!
Se non ci lasciasse liberi di sceglierLo (perché l’inferno alla fine è la nostra scelta di stare lontani da Dio.. Per sempre), il nostro non sarebbe amore vero, saremmo burattini. ?
Il ricco non finisce all’inferno per peccatucci da niente: lui aveva scelto per tutta la sua Vita di non riconoscere Dio nei fratelli dietro la sua porta, di essere devoto solo del suo stomaco! ??? Aveva scelto un altro dio.. Punto! Aveva ribaltato il senso della vita!
Allora noi che dobbiamo fare? Andiamo a vedere se dietro la nostra porta (o dentro casa!) ?ci sono fratelli nel bisogno, che vengono consolati solo da cani ?(e gatti?), facciamo una scelta chiara per un Dio che si chiama Carità… E facciamo iniziare il Paradiso già qui sulla terra!?


Tutto questo è possibile grazie a Animatori Salesiani

 

Author:

2 Comments

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://giovani.diocesialessandria.it/cookie. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi