Home 2016 marzo 20 Quaresima… di Parola: Domenica delle Palme – 20 marzo

Quaresima… di Parola: Domenica delle Palme – 20 marzo

Quaresima… di Parola: Domenica delle Palme – 20 marzo

Siamo #GiovanidiParola! Di cosa si tratta? Scopri di più!

Vangelo di oggi

Dal Vangelo di Luca – Lc 19,28-40

In quel tempo, Gesù camminava davanti a tutti salendo verso Gerusalemme. Quando fu vicino a Bètfage e a Betània, presso il monte detto degli Ulivi, inviò due discepoli dicendo: «Andate nel villaggio di fronte; entrando, troverete un puledro legato, sul quale non è mai salito nessuno. Slegatelo e conducetelo qui. E se qualcuno vi domanda: “Perché lo slegate?”, risponderete così: “Il Signore ne ha bisogno”».
Gli inviati andarono e trovarono come aveva loro detto. Mentre slegavano il puledro, i proprietari dissero loro: «Perché slegate il puledro?». Essi risposero: «Il Signore ne ha bisogno».
Lo condussero allora da Gesù; e gettati i loro mantelli sul puledro, vi fecero salire Gesù. Mentre egli avanzava, stendevano i loro mantelli sulla strada. Era ormai vicino alla discesa del monte degli Ulivi, quando tutta la folla dei discepoli, pieni di gioia, cominciò a lodare Dio a gran voce per tutti i prodigi che avevano veduto, dicendo:
«Benedetto colui che viene,
il re, nel nome del Signore.
Pace in cielo
e gloria nel più alto dei cieli!».
Alcuni farisei tra la folla gli dissero: «Maestro, rimprovera i tuoi discepoli». Ma egli rispose: «Io vi dico che, se questi taceranno, grideranno le pietre».

Uno spunto per riflettere

 

Siamo finalmente nel cuore del Vangelo ❤️: tante parole, tanti insegnamenti ma…ora Gesù va sul serio a Gerusalemme! ? come ci va veramente? Urca, deciso questo Gesù allora!
E poi che ingresso, quasi un red carpet per lui! ? Urla, mantelli per terra, ulivi che sventolano ? e poi, avendo finito le limousine…beh un asino! Questo stona un po’, ma ci ricorda che all’ingresso trionfale non segue una premiazione con premi ?e applausi, ma un sacrificio! Il figlio di Dio che muore per noi…

Soffermiamoci però un attimo sull’asino: si sarà sentito importante entrando a Gerusalemme con tutto quel trambusto? me lo immagino che cammina piano piano in mezzo a tutti quegli onori. Probabilmente si è già dimenticato che il protagonista di quella festa è Gesù!

Quante volte anche noi siamo un po’ “asini” ? e vogliamo essere osannati per quello che facciamo, dimenticandoci di Chi ha donato la sua vita per noi. Eppure Gesù muore per me e poi risorge…cavolo! In questa settimana cerchiamo di ristabilire la gerarchia! “Benedetto colui che viene nel nome del Signore”


Tutto questo è possibile grazie a Animatori Salesiani

 

Author:

Comments are disabled.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Potrai visualizzare la lista dei cookies attivi e revocare il consenso collegandoti alla pagina http://giovani.diocesialessandria.it/cookie. Per maggiori informazioni leggi la nostra Privacy Policy.

Chiudi